Da Unox a VeNetWork: continua il sostegno a imprese e territorio

Enrico Franzolin, fondatore di Unox, aderisce a VeNetWork.
Enrico Franzolin, fondatore di Unox, aderisce a VeNetWork.

Diffondere la cultura d’impresa e valorizzare le risorse del territorio. Questi i punti cardinali che hanno portato Enrico Franzolin, fondatore nel 1990 di Unox, a convogliare la sua esperienza in VeNetWork, società che svolge un importante ruolo di acceleratore delle idee imprenditoriali nel territorio Veneto.

Fino a 36 anni il mio lavoro è stato il manager per diverse aziende, poi ha prevalso la mia aspirazione a realizzare, in prima persona, qualcosa che avevo in testa: un prodotto diverso, qualcosa che, quando mi guardavo attorno, non esisteva”.

Le parole di Enrico Franzolin descrivono il percorso che l’ha portato a fondare Unox nel 1990. Allora non era ancora in voga il termine “startup” per definire le realtà imprenditoriali nascenti. Quando si organizzavano mezzi, capitali e lavoro e si partiva dal piccolo, si era definiti più semplicemente “garagisti”.

Esperienze, risorse e conoscenze per attivare il territorio

“Una delle cose che più mi piacciono è attorniarmi di persone talentuose. Persone in grado di innovare, ragionare in modo diverso, rompere gli schemi, procurarsi ogni giorno una nuova sfida.”

Enrico Franzolin ha voluto includere questa filosofia nell’evoluzione di Unox e intende sostenerla anche attraverso la sfida di VeNetWork. È stato l’incontro con Alberto Baban, presidente di VeNetWork, a gettare le basi per questa nuova avventura. La visione condivisa del “concetto aperto di imprenditoria” è il fil rouge dietro all’iniziativa.

“A unirci sono il concetto aperto di imprenditoria, la voglia di mettere in moto relazioni positive. Perché sono convinto che se un’azienda funziona bene, è certo merito della bravura dell’imprenditore, ma anche di tutto quello che c’è intorno: il territorio con le opportunità, le competenze e le relazioni che offre.”

L’impresa cresce e sta bene se riflette il suo progresso sulla comunità e sul territorio coinvolgendo enti pubblici, privati, e cittadini. Quando un’azienda crea i presupposti per realizzazare nuove idee, progetti e stimola la nascita di posti di lavoro, il suo apporto nel territorio diventa virtuoso e fondamentale.

L’impresa che piace a Enrico Franzolin è un’impresa che accresce le proprie competenze, amplia il proprio mercato e si sviluppa coinvolgendo attivamente le persone, mettendole al centro della propria opera.

Le idee imprenditoriali del territorio meritano di essere concretizzate.

Le idee imprenditoriali del territorio meritano di essere concretizzate.

VeNetWork: incentivo e sostegno alle idee imprenditoriali del Veneto

VeNetWork Spa è una società per azioni con capitali privati che funge da un acceleratore di opportunità produttive e finanziarie. Riunisce 56 imprenditori veneti che gestiscono nel complesso circa 200 aziende, dando occupazione a 4.000 dipendenti e sono presenti in oltre 90 paesi nel mondo.

Enrico Franzolin ha le idee chiare: Il mondo è pieno di idee, ma poi bisogna “scaricarle a terra”. Cioè far crescere quel tessuto connettivo fatto di istituzioni, imprese, persone, che contribuiscono a rendere una bella idea qualcosa di importante e, soprattutto, concreto.”

Lo scopo di VeNetWork è aiutare le aziende a crescere promuovendo la cultura d’impresa, finanziando e agevolando lo sviluppo di nuove attività manifatturiere e di servizio che generino valore aggiunto. Un valore aggiunto di tipo economico, professionale e culturale, che ricada sul territorio in maniera positiva stimolando l’occupazione e l’intraprendenza della comunità.

L’insieme di molteplici competenze ed esperienze è il fiore all’occhiello di VeNetWork, che riunisce imprenditori che operano da anni nei settori più disparati, e mettono al servizio il loro prezioso know-how delle singole nuove realtà imprenditoriali del Veneto.