L’Incanto di Stanbrook Abbey: Intervista a Chef Sean Byrne

Stanbrook Abbey Chef Sean Byrne unox

Alcune donne sognano tutta la vita di sentirsi come delle principesse. Il giorno del loro matrimonio diventa l’occasione giusta per toccare con mano questo sogno. L’incanto di un ristorante come lo Stanbrook Abbey (Worcestershire – Gran Bretagna) la cornice incantevole in cui realizzarlo.

sean byrne

Non solo wedding planning. Lo splendore della sede del ristorante Stanbrook Abbey, ricavato all’interno di un’abbazia inglese, ben si presta alla realizzazione di cerimonie e gran gala ma è in grado di stupire anche tutti quegli ospiti che desiderano semplicemente trascorrere una piacevole serata fuori dal comune, in un luogo estremamente magico.

Addentriamoci dell’atmosfera sognante del ristorante Stanbrook Abbey incontrando il capitano di questo gioiello, lo chef Sean Byrne, il quale ha scelto Unox per la sua cucina.

Chef Sean Byrne cucina da oltre 24 anni, partito come pescivendolo all’età di 15 anni, guida oggi uno dei ristoranti più apprezzati dell’intera Gran Bretagna: Stanbrook Abbey.

Quando hai realizzato che la tua passione più grande sarebbe stata la cucina?

Cucino da 24 anni. Non sapevo cosa fare a scuola, non sono cresciuto in una zona buona di Birmingham e così ho dovuto trovare un obiettivo sul quale focalizzare i miei sforzi. A 15 anni ho lavorato per un pescivendolo e un anno dopo mi sono iscritto al Birmingham College of Food, uno dei migliori college di catering del mondo. Lì ho utilizzato quanto appreso durante il mio anno di lavoro come pescivendolo applicandolo a quanto stavo apprendendo al college e ho capito da subito che la cucina sarebbe stata la mia più grande passione.

Qual è stata la tua conquista professionale più grande?

Ci sono state così tante conquiste nella mia carriera, ma direi che guidare la cucina dello Stanbrook Abbey rappresenta di sicuro la vetta del mio percorso. Si tratta del miglior luogo in cui abbia lavorato finora. Sono responsabile del catering per altre tre realtà di cui Stanbrook Abbey è proprietario per cui sì, direi che questa è definitivamente la mia conquista più grande.

worcester

Che cosa rende lo Stanbrook Abbey così speciale?

L’unicità del luogo e il team di lavoro. Ogni giorno che trascorro allo Stanbrook Abbey è speciale perché mi sento parte di una squadra. In un certo senso mi fa sentire parte di un grande progetto, quasi si trattasse di un business familiare. In alcuni casi puoi avere la sfortuna di lavorare per un’azienda che ti fa sentire un piccolo numero, ma non è questo il caso dello Stanbrook Abbey. Qui trovi il supporto del management e vieni rispettato come parte integrante del team, ci si aiuta a vicenda e nessuno viene lasciato indietro. Ogni settimana abbiamo ospiti importanti, qualche settimana fa abbiamo servito David Dimbleby e ho progettato un menu su misura per lui e la sua famiglia. C’è sempre qualcosa di interessante e stimolante da fare.

I luoghi che circondano lo Stanbrook Abbey influenzano e aiutano il tuo menu?

Certamente. Ad esempio, abbiamo un frutteto nei terreni circostanti il ristorante e possiamo scegliere tra cinque varietà diverse di mele. Vengono raccolte in diversi momenti dell’anno e questo ci permette di avere sempre a disposizione prodotti freschi di stagione. Subito dietro l’angolo possiamo contare su alcuni dei migliori produttori di formaggi, come la fattoria Broomhill, vincitrice di un premio per il formaggio di capra Snodsbury. La valle dell’Evesham produce una vasta varietà di ortaggi e frutta che utilizziamo regolarmente nelle nostre ricette e la carne che scegliamo proviene da allevamenti locali. Insomma, il luogo in cui è situato lo Stanbrook Abbey è una risorsa e influenza positivamente il nostro lavoro perché gli ingredienti che utilizziamo vengono prodotti entro un raggio di 30 miglia da dove ci troviamo.

Quando devi provare un nuovo elettrodomestico o una nuova tecnologia, qual è la ricetta-test che scegli? (Stanbrook Alley ha scelto Unox per la sua cucina)

Per testare un nuovo forno scelgo sempre come prima ricetta il mio pane fatto in casa.

Per quante persone cucini allo Stanbrook Abbey?

Il ristorante ha una capienza di 500 persone. Dipende ovviamente dall’evento, ma mi è capitato di dover cucinare per l’intero numero di coperti.

worc

Perché hai scelto Unox per i tuoi forni?

I forni Unox erano già stati scelti dallo chef precedente e Unox era un brand nuovo per me. Prima di sperimentare il sistema di cottura ho contattato Unox chiedendo di poter effettuare un training sul campo assieme ai loro tecnici, per cercare di capire come sfruttare al meglio tutte le sue potenzialità. L’efficienza energetica e le funzioni Climate-Probe e Core-Probe sono assolutamente un plus per me. Abbiamo scelto di installare Unox anche in altre sedi gestite dalla proprietà di Stanbrook Abbey su mio consiglio.

Qual è la ricetta che preferisci cucinare nei forni Unox?

Al momento la ricetta che preferisco in assoluto riguarda i dessert, in particolare pasticcini e meringhe. I forni Unox mi permettono di controllare alla perfezione la cottura e preparare questi dolci diventa un piacere.

Quali benefit hai scoperto grazie a Unox?

Il risparmio di tempo, la versatilità, l’efficienza e il massimo controllo della cottura. Unox ti permette di lavorare con una tecnologia assolutamente unica, che non ho mai trovato altrove.

Qual è la funzione Unox che utilizzi più spesso o che credi sia la più utile per le tue ricette?

Al momento trovo davvero utile la funzione Delta T Cooking. Mi permette di cucinare la carne alla perfezione mantenendo una temperatura adeguata all’esterno e portando a termine la cottura all’interno secondo le esigenze del cliente. Scopri di più su tutte le funzioni dei forni Unox nel sito ufficiale: Unox.com

Quali consigli daresti ad uno chef che si sta affacciando ai prodotti Unox?

Gli consiglierei di prendersi tutto il tempo necessario per imparare ad utilizzare in maniera completa tutte le funzioni dei forni Unox. Alcuni chef si limitano semplicemente ad accendere il forno, ad impostare una temperatura e a mantenerlo così tutto il giorno. Avere a disposizione un forno Unox significa poter contare su una serie di funzioni assolutamente introvabili e imparando a conoscerle e utilizzarle è possibile risparmiare tempo, energie e costi, raggiungendo il massimo del controllo possibile sulla cottura dei propri piatti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *